“Cattolici e ortodossi, mai così vicini all’unità”

di Aldo Cazzullo, CORRIERE DELLA SERA, 14.9.09

L’arcivescovo di Mosca Paolo Pezzi: il primato del Papa è un ostacolo superabile

 

Mosca – «Il miracolo è possibile, anzi non è mai stato così vicino». La riunificazione tra cattolici e ortodossi, la fine dello storico scisma, la comunione spirituale della cristianità «potrebbe accadere presto, anche nel giro di qualche mese. In fondo siamo stati uniti per mille anni. Poi per altri mille siamo stati divisi. Ora il cammino di riavvicinamento è al culmine: il terzo millennio della Chiesa potrebbe cominciare all’insegna dell’unità. Ormai non ci sono più ostacoli formali; tutto dipende dal reale desiderio di comunione. Da parte nostra, della Chiesa cattolica, il desiderio è vivissimo ». C’è un arcivescovo, a Mosca, che non dà interviste, non va in tv, non partecipa a polemiche. Svolge in silenzio una missione importante. «Ho una diocesi grande sette volte l’Italia, da Murmansk, a nord del circolo polare artico, all’enclave baltica di Kaliningrad» sorride. Figlio del sindacalista dei facchini del porto di Ravenna. Cresciuto al fianco di don Giussani. Missionario in Siberia dopo il crollo del comunismo. Uomo di Ratzinger. È Paolo Pezzi, 49 anni, «arcivescovo metropolita della Madre di Dio a Mosca» (le quattro diocesi cattoliche russe prendono il nome dalle chiese e non dalle città, per non urtare la sensibilità degli ortodossi).

“Cattolici e ortodossi, mai così vicini all’unità”ultima modifica: 2009-09-14T20:13:27+00:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su ““Cattolici e ortodossi, mai così vicini all’unità”

  1. IL PATRIARCA DI MOSCA ALESSIO II DIVENTA L’ALFIERE DELL’ OMOFOBIA ORTODOSSA – LA REPLICA DEL VESCOVO MAPELLI
    Inserito da Giovanni Climac… il 6 Ottobre, 2007 – 00:43 Forum Regione Veneto
    venerdì 5 ottobre 2007
    Gay, per gli ortodossi russi significa malato.
    (Gaywave) Dopo le recenti e poco confortanti notizie dalla Romania, dove un candidato alle presidenziali ha promesso di rinchiudere i gay e le lesbiche in un ghetto, anche dalla Russia giungono in occidente allarmanti affermazioni e sentenze sull’omosessaulità e sul valore ad essa assegnato.
    Ultimo inquietante exploit quello del Patriarca della Chiesa Ortodossa Alessio II che ha definito l’omosessualità come “una malattia che modifica la personalità dell’uomo’’.
    ‘’Oggi c’e’ una rottura fondamentale tra la moralità e la comparsa di una nuova serie di cosiddetti diritti umani, che giustifica atti immorali’’, ha trionfalmente affermato Alessio II, presente all’ultima riunione del Consiglio d’Europa a Strasburgo.
    Il Patriarca, riferendosi poi al recente divieto di promuovere il gay Pride a Mosca, ha ribadito: “l’omosessualità è imposta dalla propaganda, dobbiamo chiedere alla società perché incoraggi questo peccato; è malattia che modifica la personalita’ dell’uomo’’.
    Parole che non meritano neanche un commento e che forse andrebbero lasciate nell’oblio della dimenticanza. Perché se consideriamo gli ultimi accordi fra la Chiesa Ortodossa e il Vaticano, chiaro ci appare il disegno di censura e divieto che le Chiese europee stanno cercando di attuare nel vecchio, per fortuna più che libero, continente.

    CENTRO STUDI TEOLOGICI

    Diocesi della CHIESA CRISTIANA Cattolica Antica Apostolica
    di Milano e Monza per l’Italia*

    COMUNICATO STAMPA

    MILANO, 5 Ottobre 2007 – LE PAROLE DEL PATRIARCA ORTODOSSO DI MOSCA ALESSIO II AL CONSIGLIO d’EUROPA SUGLI OMOSESSUALI SONO – AL PARI DI QUELLE DEL VATICANO-PRIVE DI CONTENUTI SCIENTIFICI: ESPRIMONO UN CRISTIANESIMO DELL’ OSCURANTISMO – CHI HA UN PASSATO PER NIENTE CHIARO E PER NIENTE SPECCHIATO NEL RAPPORTO COL REGIME ATEO SOVIETICO CHE HA CALPESTATO ANCHE LA CHIESA ORTODOSSA NON E’ TITOLATO A PARLARE SUI DIRITTI UMANI:VARI VESCOVI DEL SINODO RUSSO ERANO STATI PRESI CON LE “MANI NELLA MARMELLATA” CIOE’ IMPEGNATI IN RAPPORTI DI TIPO OMOSESSUALE, E IL PATRIARCA E’ INTERVENUTO SOLTANTO A SCANDALO ORMAI SCOPPIATO- UN ALTO ESPONENTE DELLA CHIESA ORTODOSSA IN GRECIA STA MORENDO DI AIDS CONTRATTO CON RAPPORTI OMOEROTICI, PER CUI OCCORREREBBE MAGGIOR UMILTA’ E MAGGIOR PRUDENZA, MA ANCHE COERENZA E ONESTA’ QUANDO SI TRATTA DELLE PERSONE OMOSESSUALI –

    Le parole di Alessio II Patriarca di Mosca ci hanno sorpreso per la sfacciata sicurezza e arroganza in merito all’omosessualità da condannare come una “malattia” : tutto questo contrasta con la ricerca scientifica e clinica, e con quanto ormai consolidato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ma al pari del Vaticano il Patriarca di Mosca nella sua ignoranza ed approssimazione scientifica preferisce non tener conto della scienza ed esprimere giudizi offensivi e diffamatori.
    A tal proposito gli rispondiamo che da Lui, uomo di riferimento di un Regime come quello Sovietico, che fu ateo e mistificatore, dal passato non chiaro nè specchiato non prendiamo lezioni sui diritti umani :
    si ricordi piuttosto quanti suoi confratelli della Chiesa e tanti cittadini e fedeli hanno sofferto sotto il Regime comunista mentre Lui saliva i gradini del potere ecclesiastico attraverso collusioni e complicità di cui mai ha ritenuto di dover rendere conto a chicchessia.
    Speriamo un giorno ne renda conto dinanzi al Signore Dio, cui certamente nulla è nascosto del cuore umano e dei suoi misfatti!
    Quanto agli omosessuali : sono accaduti in tempi recenti vari scandali anche dentro il S. Sinodo di Mosca, con vescovi e metropoliti coinvolti in storie di sesso omosessuale…
    Il Patriarca si rivolga a questi suoi confratelli prima che agli altri se vuol essere credibile: mentre molti sanno che in Grecia sta morendo di AIDS un altro eminente arcivescovo che ha contratto il virus stesso con i rapporti omoerotici….
    Questa Chiesa Russa- come quella di Roma – dovrebbe imparare l’umiltà , la coerenza e l’onestà, grandi virtù cristiane, anzichè paludarsi dietro ad una sacralità di facciata, finta e pomposa, che sfrutta le ingenuità popolari,(specialmente quelle femminili) per nascondere una realtà che Cristo stesso indicava come quella dei “sepolcri imbiancati, di fuori tutti belli e dentro pieni di ossa putride…!” (Vangelo)
    PREGHIAMO PERCHE’ANCHE QUESTA CHIESA SORELLA RITROVI LA PROFEZIA DEL VANGELO, CHE E’ PRIMA DI TUTTO AMORE PER LA VERITA’ E NON MISTIFICAZIONE E INGANNO, COME PURE STRAPOTERE E FALSO MORALISMO.

    + Mons. Giovanni Climaco MAPELLI
    Vescovo emerito Ortodosso
    e attuale Arcivescovo Primate della Chiesa ANTICA CATTOLICA E APOSTOLICA DI MILANO E MONZA per l’ITALIA

    Presidente del CENTRO STUDI TEOLOGICI di MILANO
    – Comitato Direttivo dei Teologi –

    CENTRO ECUMENICO

    tel 339.5280021
    02.95310741 fax
    http://www.centrostuditeologici.too.it

    * Chiesa di tradizione e successione apostolica autentica risalente in linea episcopale alla Sede di Antiochia (+ S. Pietro Apostolo anno 35 d.C.)
    non dipendente dal Vaticano e dal Papa o da altri Patriarcati
    (ANTICA CATTOLICA E APOSTOLICA DEL PRIMO MILLENNIO )
    —————————————————————————————————————————————————————–

    pubblicato su WORDPRESS 5. 10. 2007

  2. Il mio pensiero è che una persona nata con tutti gli attributi biologici che Madre Natura le abbia donato, non la si può proibire di metterli in opera. Sarebbe come bloccare un albero da frutta nel farlo fruttare. Ovvero, l’albero lo si potrebbe anche bloccare nel dare il frutto purché gli si tolga la luce. Ma togliendogli la luce si rischia di farlo morire. Per cui, mi pare fortemente assurdo dover bloccare un uomo nei propri istinti naturali affinché farlo apparire un santo se santo non sia nato. Sono convinto che per volere dell’uomo e non certamente per volere di Gesù Cristo, si stiano facendo degli errori gravi nella Chiesa Cattolica. Penso che ormai dovrebbe essere già ben maturo il tempo di un ravvedimento totale a questo annoso problema prima che sia troppo tardi… Non vedo del perché se un uomo vuole fare il prete, non debba poter volere una famiglia tutta sua con moglie e figli… La Bibbia Canonica non proibisce l’uomo a sposarsi e a fare il prete contemporaneamente… Ma sappiamo anche che la Bibbia Canonica si è dovuta servire spesso anche della Bibbia c.d. Apocrifa affinché poter completare alcuni passi… Come si vede, ci sarebbe molto da argomentare in tal senso… Ci sono troppe storie che vengono coperte in quanto all’assurda castità e all’obbligo del celibato per chi vuole fare il prete… E certe cose man mano che l’uomo cresce, prima o poi le scopre da solo… E non è certamente una consolazione per i credenti che non vorrebbero credere a certe cose!… Quindi, non bisogna più far finta di scandalizzarsi. Ma dire finalmente una buona volta di come stanno veramente le cose… E vedrete che avremo più preti e magari meno polemiche e veleni da parte di chi le cose le conosce per il verso giusto. Sappiamo bene che non molti secoli addietro anche i Papi si sposavano e avevano figli e molto si accentrava sulla stessa persona. Quindi Gesù Cristo non c’entra ma c’entra proprio l’uomo che è venuto dopo di Lui… Questo mio sfogo è dovuto perché conosco diverse storie che continuano a restare coperte… Ma l’ho fatto con grande rispetto verso tutti gli uomini di buona volontà e di sani principi… Mi auguro di vedere un Nuovo Concilio a tale riguardo. Auguri.

  3. IERI I TEDESCHI ASSISTEVANO SENZA INTERVENIRE ALLE SEVIZIE INFLITTE DALLA GESTAPO. OGGI I POPOLI EUROPEI ASSISTONO SENZA INTERVENIRE ALLE SEVIZIE PER FAME E DENUTRIZIONE INFLITTE ALL’ INFANZIA GRECA ED AL POPOLO GRECO I CUI SUICIDI NON SI CONTANO PIU’.
    21 luglio 2012

    La Germania oggi disperatamente cerca testimoni antinazisti per dimostrare al mondo che non tutti i tedeschi sono stati “VOLONTEROSI CARNEFICI DI HITLER“.
    Oggi i popoli dell’ Europa assistono indifferenti alla distruzione della Grecia, ai patimenti per fame dell’ infanzia greca inutilmente denunciati dall’ UNICEF.

    Nell’ Europa del 2012 migliaia di bambini denutriti contrarranno malattie e menomazioni che segneranno per sempre la loro vita. E chi è silente un giorno non lontano dovrà giustificarsi per aver permesso che la smisurata e volgare avidità del parassitismo finanziario li distruggesse.

    Coloro che capiscono la drammaticità di questa sconvolgente violenza debbono solidarizzare ed elaborare una valida azione oppositiva per non essere vili ,opportunisti e vittime silenti a loro volta.

    1) Come è possibile sopportare storicamente e socialmente che un gruppo di famelici privati scavalchino gli stati e si arroghino il diritto di stampare carta filigranata al costo di pochi centesimi, di scriverci sopra la cifra da 5 a 500 € ed imporla, con la complicità dei politici corrotti, a debito per interi popoli ?

    2) Come è possibile che un popolo dotato di Costituzione propria, frutto di secoli di sedimenti culturali ed elaborazioni dialettiche, che della dignità, del rispetto e della centralità di ogni uomo ha fatto la più alta espressione della propria civiltà, possa permettere che operatori, che in America i giovani studenti di economia definiscono “gli impuniti predoni di Wall Street”, possano espropriare beni e distruggere esistenze ?

    Le classi politiche non corrotte debbono distinguersi, denunciare i gravissimi danni causati dai collaborazionisti che infestano le nostre istituzioni e dare segni espliciti e tangibili nel difendere i popoli europei
    proponendo da subito nei parlamenti disegni di legge per:
    -la distinzione giuridica delle banche ordinarie da quelle speculative;
    -la funzione della BCE che deve essere prestatore di ultima istanza;
    – la proibizione agli stati di finanziare la speculazione e di salvare le banche indebitando i cittadini;
    -finanziare le imprese produttive;
    – imporre tasse elevate sui guadagni da speculazioni finanziarie
    – promuovere la collaborazione degli stati europei e la conseguente disponibilità di farsi credito adattando lo schema e la funzione della Clearing Union proposta nell’ incontro di Bretton Wood personalmente da Keynes.
    Lotta frontale ai traditori introdotti in posti chiave che collaborano subdolamente con la finanza predatoria mettendo di fatto in ginocchio i loro popoli.
    I loro nomi e la loro infamia dovranno essere svelati alle presenti e future generazioni.

    francesco miglino
    segretario partito internettiano

  4. DIVENTA COSTRUTTORE DELL’ ERA INTERNETTIANA SMASCHERANDO ED AVVERSANDO DA SUBITO, PRIMA CHE TI RIDUCA IN MISERIA, IL POTERE ILLECITO DEGLI STAMPATORI DI BANCONOTE. COSTORO, CORROMPENDO LE MAGGIORANZE PARLAMENTARI DEI PAESI DEMOCRATICI, ENTRANO NEGLI STATI E IMPONGONO LA LORO MONETA A DEBITO CHE, SCIENTIFICAMENTE, PORTA AL FALLIMENTO LE SANE ECONOMIE DELLE NAZIONI E GETTA NELLA DISPERAZIONE E NELLA MISERIA I POPOLI CHE HANNO PROGETTATO DI DEPREDARE.

    Che bel vivere per gli stampatori di moneta! Al costo di 3 centesimi stampano banconote da 500€ e le prestano guadagnando subito 499,97 € + gli interessi. Incredibile ! Per questi gruppi di stampatori che, spendendo appena 3000 €, possono stampare banconote a sufficienza per comperarsi il consenso di interi parlamenti, l’ umanità subisce guerre, inquinamento, spoliazioni, angherie di tutti i tipi.*** La BCE, che molti credono sia la banca dei popoli europei, è invece di proprietà di banche private, le stesse che si divertono, con giochi monetari, a smontare le sicurezze sociali, a far chiudere le aziende produttive, a gettare sul lastrico migliaia di lavoratori, avvilendo i popoli sino a ridurli in povertà. Una prova? Il popolo greco è stato portato alla miseria ed alla disperazione nell’ arco di due anni. Tutte le conquiste sociali sono state smontate, le pensioni e gli stipendi sono stati costantemente tagliati, mentre le tasse e le utenze sono state irragionevolmente aumentate. Alla maggior parte dei greci è stata sequestrata la casa ed 8000 cittadini, che non hanno retto, si sono suicidati dandosi la morte nel modo più crudele. ***Migliaia di Italiani non hanno ancora la percezione che lo stesso trattamento è riservato a noi. Ed essendo disinformati, si aggrappano ai vecchi partiti sperando che difendano i loro interessi. Ma, beffa delle beffe, proprio quei personaggi che chiedono il voto e dicono di difendere gli interessi dell’ Italia, sono gli stessi che hanno votato tutte le leggi ed approvato l’ agire del Governo tecnico che ha fatto collassare ben 220.000 aziende, gettato sul lastrico 680.000 lavoratori, imposto tassazioni selvagge che hanno creato un pericoloso impoverimento delle famiglie e un verificabile effetto recessivo. Dal dibattito politico è sparita la parola BANCA e la dovuta denuncia che urge rinegoziare la funzione della Banca centrale o liberarci della moneta a debito, collaudato cappio che scientificamente strozza i popoli.
    Vedere personaggi, che la gente avverserebbe se fosse correttamente informata sul loro operato, chiedere ancora il voto e riuscire a carpire la buonafede dei molti disinformati, procura un profondo senso di smarrimento e di pena. Anche in Grecia i politici, che hanno devastato impietosamente il loro paese, avevano carpito la buonafede dei cittadini increduli. Oggi, quei cittadini ingannati e portati alla rovina, additano i politici venduti come infami traditori e li maledicono.
    Francesco Miglino

    http://www.partitointernettiano.it

Lascia un commento