In cinque minuti la banalità dell’inferno ora sogno la ribellione del quartiere

di Roberto Saviano, LA REPUBBLICA 30.10.09  Tutto normale. È questo che sembra essere il tempo e il modo di questa esecuzione di camorra. Normalità. Tutto normale scavalcare un morto per terra, tutto normale vedere un uomo che viene sparato alla testa e non far nulla, nemmeno gridare, o chiamare qualcuno. È tutto normale, non si corre, nessuno sente di dover … Continua a leggere

Halloween e i suoi fratelli ma il tempo dell’uomo non è moda

UN’ONDA NEOPAGANA SULLE RICORRENZE CRISTIANE CHE SCANDISCONO L’ANNO MIMMO MUOLO, Avvenire 30.10.09 Da qualche anno assistiamo anche per la solennità di Tutti i Santi a un fenomeno che, sia pure con modalità e tempi diversi, si è già manifestato per le altre fondamentali feste cristiane. Una sorta di ‘scippo’ o, se si preferisce, una specie di ritorsione storico­culturale, rispetto al … Continua a leggere

Osservatore Romano contro Kung su anglicani

“Ancora una volta una decisione di Benedetto XVI torna a essere dipinta con tinte forti, precostituite e soprattutto lontanissime dalla realtà”. E’ il commento del direttore dell’Osservatore Romano, Gian Maria Vian, ad un articolo di Hans Küng, il teologo svizzero “antico collega e amico” del Papa, rilanciato con clamore in Inghilterra da «The Guardian» e in Italia da «La Repubblica». … Continua a leggere

Halloween, la zucca vuota

di Franco Cardini, http://www.toscanaoggi.it/notizia_3.php?IDCategoria=1&IDNotizia=11953 «Trick or treat»: «Dolcetti o scherzetti». È la frase magica con la quale – fino a ieri nelle città e nei paesi del New England, oggi in gran parte del mondo comprese Russia e India – torme di bambini vestiti da diavoletti, da scheletrucci, da streghine e da fantasmelli bussano di casa in casa teneramente mendicando … Continua a leggere

Cinque motivi per non temere l’Islam (C.M.Martini)

http://www.corriere.it/cultura/speciali/2009/martini01/notizie/cinque-motivi-per-non-temere-islam_837fae0a-c139-11de-b4fa-00144f02aabc.shtml Eminenza, argomento molto delicato… musulmani e cristiani! Immagino che lei, come il Santo Padre, abbiate letto il Corano almeno una volta. Conoscendone voi il contenuto, ne conoscete anche la pericolosità. Perché allora continuiamo a permettere di costruire moschee? Di predicare in arabo? Lei è a conoscenza che in Egitto ed in altri Paesi arabi non è permesso suonare le … Continua a leggere

SINODO DEI VESCOVI – “Africa, alzati!”

http://www.agensir.it/pls/sir/V2_S2DOC_B.quotidiano?id_session=guest&password=guest&id_oggetto=181908&tema=Anticipazioni&argomento=dettaglio&sezione=&quantita=&data_ora=23/10/2009 Il “messaggio al popolo di Dio” “In un mondo pieno di contraddizioni e in piena crisi”, dove “situazioni tragiche di rifugiati, povertà estrema, malattie e fame uccidono tuttora migliaia di persone ogni giorno”, l’Africa, pur essendo la più colpita, “non deve disperare”. È all’insegna del grido “Africa, alzati!” che la seconda Assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei vescovi … Continua a leggere

Pazienti gesti d’unità dal successore di Pietro

di Salvatore Mazza, AVVENIRE 20.10.09 Passo dopo passo, “perché tutti siano uno”  Potenzialmente, una rivoluzione che potrebbe cambiare il volto della Comunione anglicana così come l’abbiamo conosciuta fino a oggi. Con centinaia di migliaia di credenti – ma qualcuno dice milioni – che potrebbero passare da Canterbury a Roma. Un’emorragia di parrocchie e intere diocesi difficile, al momento, da calcolare, … Continua a leggere

Quel che resta di Marx

Economia di mercato e capitalismo dopo il 1989 È in uscita il nuovo numero della rivista quindicinale “La Civiltà Cattolica”. Pubblichiamo un ampio estratto di uno degli articoli presentati. di Georg Sans Dalla miseria del proletariato dei suoi giorni Karl Marx ha tratto la conclusione che l’alienazione possa essere neutralizzata soltanto con l’eliminazione del capitalismo e l’abolizione della proprietà privata. … Continua a leggere

PERSECUZIONI FEROCI, POLEMICHE INGIUSTIFICABILI

LA CROCE DEI CRISTIANI RICOMINCIAMO DAVVERO A VEDERE E CAPIRE  di MARCO TARQUINIO, Avvenire 18.10.09 Ci sono almeno due cose che chi scrive sui giornali non do­vrebbe fare mai: rinunciare a informarsi bene prima di com­mentare un evento e speculare su una tragedia. Ieri, sul ‘Gior­nale’ Renato Farina ha commesso tutti e due questi errori. E la nobiltà di fondo del … Continua a leggere