Un’idea di movimento per i cattolici laici

di Andrea Riccardi, Corriere della Sera, 28.9.11  La prolusione del cardinal Bagnasco, alla riunione dei maggiori vescovi italiani, legge la situazione del Paese in modo diverso rispetto alla cronaca gridata o alle fredde rilevazioni sociologiche. Lo storico Gabriele De Rosa (che per anni indagò la storia d’Italia) era convinto che la «pastoralità» cogliesse la realtà sociale in modo profondo. Così … Continua a leggere

L’Italia che non sta alla finestra – Primopiano di Famiglia Cristiana

Anticipiamo il Primopiano di Famiglia Cristiana: le campagne e le iniziative popolari contro l’ignavia delle “caste” arroccate a difesa dei privilegi e sorde agli appelli del Paese.   Nonostante i venti gelidi della crisi, che congelano non solo i sogni, ma anche le “normali” speranze di vita delle famiglie italiane; nonostante la totale immobilità della politica, preda anch’essa di una crisi, soprattutto … Continua a leggere

Quali i messaggi del Papa in Germania?

http://gheddo.missionline.org/?p=759 28.9.11 Ho seguito la visita di Benedetto XVI in Germania (22-25 settembre) sui giornali italiani, per fortuna anche “Avvenire” e “L’Osservatore Romano”. Nei più diffusi giornali laici mi hanno stupito due cose:          1) Prima del viaggio erano comuni le previsioni che facevano temere il peggio: il popolo tedesco non ama il Papa, ci saranno massicce manifestazioni di protesta perché … Continua a leggere

“Bisogna purificare l’aria” il severo monito del cardinale Bagnasco nella prolusione al Consiglio permanente della Cei

http://pietrevive.blogspot.com/ Durissima analisi del presidente della Cei. L’Italia in mano a comitati d’affari. Pansessualismo, relativismo amorale e comportamenti licenziosi. Il cardinale Bagnasco dice basta e che è ora di “purificare l’aria”. Nella prolusione al Consiglio permanente della Cei Bagnasco ha pronunciato parole severissime anche sui comportamenti personali del premier Silvio Berlusconi e sulle vicende emerse nelle scorse settimana dalle intercettazioni:  … Continua a leggere

Chiesa e politica: cattolici uniti nel silenzio?

http://pietrevive.blogspot.com/2011/09/chiesa-e-politica-cattolici-uniti-nel.html Il sostegno che i vertici della Chiesa continuano a dare a Berlusconi è non solo uno scandalo, ma sta sfiorando l’incomprensibile. Che altro deve fare il capo di governo, perché i custodi del cattolicesimo dicano la nuda parola: “Ora basta”?… … Diceva Ilario di Poitiers all’imperatore Costanzo, nel IV secolo dC: “Noi non abbiamo più un imperatore anticristiano che … Continua a leggere

Il Papa sfida la Germania senza Dio

di Massimo Introvigne, 22.9.11, http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-il-papa-sfida-la-germania-senza-dio-3105.htm In quale Germania arriva il Papa? Ascoltando l’intervento diffuso domenica nella trasmissione Wort zum Sonntag della televisione pubblica tedesca ARD si ha l’impressione che Papa Benedetto XVI abbia letto il saggio del sociologo e giornalista Andreas Püttman Gesellschaft ohne Gott. Risiken und Nebenwirkungen der Entchristlichung Deutschlands (“Società senza Dio. Rischi ed effetti collaterali della scristianizzazione … Continua a leggere

Occidente, il vuoto dentro

di Andrea Galli, Avvenire, 20.9.11 Per l’apologeta Usa Peter Kreeft “l’attacco al cristianesimo non viene da fuori, dall’islam, ma dalla nostra deriva edonista”  Peter Kreeft, con una quarantina di libri alle spalle e un’inesausta attività di conferenziere, è uno degli apologeti del cattolicesimo più noti negli Stati Uniti. Nato nel 1937, convertitosi dal calvinismo durante gli studi a Yale, oggi … Continua a leggere

La Chiesa, il Cavaliere e il suo doppio

di Gian Antonio Stella, Corriere della Sera, 18.9.11  Il Cavaliere, oltre che il premier, fa anche il cattolico «a tempo perso»? Le autorità vaticane sembrano aver scelto di tacere, per ora, su quel pollaio di finte infermiere e squillo russe e ballerine sudamericane che emerge dalle intercettazioni e che una delle ragazze coinvolte ha definito «un gran troiaio». Un silenzio assoluto. … Continua a leggere

Chi decide se un’esistenza è «indegna»

di Ferdinando Cancelli, L’OSSERVATORE ROMANO di sabato 17 settembre 2011 Quando la qualità della vita è il solo criterio di giudizio  Il recente caso di un medico, accusato di avere praticato l’eutanasia su sette dei suoi pazienti uccidendoli allo scopo «di abbreviarne le sofferenze», ha riacceso il dibattito sull’applicazione della legge sul fine vita in Francia. Al di là della … Continua a leggere

Uomini nuovi e più coraggio di Bruno Forte

Esiste una questione morale nell’attuale crisi che attraversa il Paese? La domanda è retorica, perché agli occhi di tutti è evidente che l’etica pubblica e quella personale che la sorregge sono spaventosamente assenti in larga parte della scena nazionale, come dimostrano gli scandali che vanno emergendo e che colpiscono figure di non poco peso dell’una e dell’altra parte politica. Il … Continua a leggere