Cattolici e berlusconismo

Di fronte alla situazione politica italiana non c’è più spazio per la rabbia: non a caso le manifestazioni di protesta prendono di mira altri obiettivi. Restano solo sofferenza e delusione, anche fra i sostenitori di Berlusconi o in ambienti che non possono essere considerati pregiudizialmente ostili al premier, come Confindustria o il quotidiano Avvenire («Tutto a posto e niente in … Continua a leggere

Due idee cattoliche sulla crisi

di Giorgio Bernardelli | 10 novembre 2011 http://www.vinonuovo.it/index.php?l=it&art=624 Berlusconismo al tramonto e crisi del debito pubblico: proviamo a lasciarci provocare da quanto ieri hanno detto Massimo Borghesi e Leonardo Becchetti Come tutti in queste ore ascolto le notizie sulla grave crisi politica e finanziaria in cui si trova il nostro Paese. E mi pongo la domanda su quale sia il … Continua a leggere

“La Chiesa oggi e la tentazione di voler vincere” di ENZO BIANCHI

Jesus, novembre 2011 In una recente intervista, il card. Carlo Maria Martini, interrogato sulla situazione della chiesa oggi e sulle sue tentazioni più manifeste, ha espresso poche ma significative parole: “Una chiesa che vuole vincere”. Per un cristiano della mia generazione, questa tentazione non è nuova: si può anche dire che siamo cresciuti con quell’anelito nel cuore che ci faceva … Continua a leggere

“L’ipocrisia di proclamarsi politici cattolici” di mons. Luigi Bettazzi

Fonte: “Adista” n. 79 del 29 ottobre 2011 Domenica 25 settembre mi sono trovato a partecipare, in una grande città italiana, ad un convegno di studio sul tema della laicità. Nel gruppo di studio su “laicità e Chiesa” era emerso lo sconcerto di molti cattolici per il silenzio dell’episcopato italiano sul degrado della politica e sul comportamento deplorevole di politici … Continua a leggere

Il risveglio dei cattolici nel Paese malato

di Enzo Bianchi, Repubblica 22.10.11 In questi ultimi anni abbiamo più volte indicato non solo l´afonia dei cattolici in politica la debolezza di rilevanza nella progettazione e nella costruzione della polis ma anche le cause che l´hanno prodotta, tra cui l´intervento diretto in politica di alcuni ecclesiastici e la scelta di agire come un gruppo di pressione. La diaspora dei … Continua a leggere

Cattolici in politica tra Bagnasco e il Corriere

VEDI ANCHE: http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/10/17/a-todi-bagnasco-mette-al-tappeto-il-corriere/ di Riccardo Cascioli, 18.10.11, http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-cattolici-in-politicatra-bagnasco-e-il-corriere-3359.htm Sarebbe davvero un peccato se il tanto atteso incontro di Todi, organizzato dal Forum delle persone e delle associazioni di ispirazione cattolica nel mondo del lavoro, si risolvesse soltanto nella richiesta di un governo di unità nazionale. Perché in effetti questo è il titolo di tutti i giornali e tg, questo è … Continua a leggere

La missione dei cattolici

Ferruccio de Bortoli Corriere della Sera, 17 ottobre 2011 IDEE PER UNA NUOVA STAGIONE Il Paese ha bisogno dei cattolici. La ricostruzione civile e morale non sarà possibile senza un loro diverso e rinnovato impegno politico. E senza un dialogo più stretto, fuori dagli schemi storici, con gli eredi delle tradizioni liberale e riformista. Se n’è discusso molto in questi … Continua a leggere

Sogno di mezza estate: una nuova DC

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/ 11 ottobre, 2011 All’approssimarsi dell’attesissima riunione dei cattolici impegnati nel sociale, convocata a Todi il 17 ottobre, il direttore di “Il Regno” e analista politico Gianfranco Brunelli ha firmato sull’ultimo numero della rivista una nota sul “contributo dei cattolici alla situazione critica del paese”. Una nota che ha sicuramente il pregio della chiarezza, nel classificare i possibili sbocchi politici … Continua a leggere

Il Priore e la politica – La politica riscopra i valori cristiani di Enzo Bianchi

Non è mai stato facile essere un cattolico impegnato in politica se si prendono sul serio i tre termini: «cattolico», «impegnato» e «politica». Ma nella ormai lunga stagione della cosiddetta Seconda Repubblica tutto è sembrato complicarsi ancor di più: non perché è venuto meno il partito dei cattolici, ma perché da quasi due decenni sono stati dimenticati o contraddetti alcuni … Continua a leggere

Un’idea di movimento per i cattolici laici

di Andrea Riccardi, Corriere della Sera, 28.9.11  La prolusione del cardinal Bagnasco, alla riunione dei maggiori vescovi italiani, legge la situazione del Paese in modo diverso rispetto alla cronaca gridata o alle fredde rilevazioni sociologiche. Lo storico Gabriele De Rosa (che per anni indagò la storia d’Italia) era convinto che la «pastoralità» cogliesse la realtà sociale in modo profondo. Così … Continua a leggere