Il premier e la Chiesa

Il Tempo 6 Agosto 2009
di Francesco Cossiga

Lettera aperta al Professor Vito Mancuso 

Chiarissimo Professore, ho letto con grande attenzione l`articolo a Sua firma su La Repubblica dal titolo «Il premier, la Chiesa e la morale».
Prima di addentrarmi nella scrittura di questa mia a Lei, e ai lettori de Il Tempo che vorranno leggerla, devo fare due premesse: non sono berlusconiano né ho votato mai per le liste da lui cappeggiate, ma sono legato a lui da un`amicizia sincera fin dal 1974.
Elettore e militante della Democrazia Cristiana nella corrente della così detta Sinistra di Base, quando questo glorioso partito scomparve, votai sempre per gli schieramenti di centrosinistra: dal Partito Popolare di Martinazzoli all`Unione democratica per la Repubblica che contribuì a porre termine alla “conventio ad excludendum” nei confronti del Pci, dal partito dei Democratici di Sinistra a L`Ulivo dell`amico Prodi e infine al Partito democratico del ticket Veltroni-Franceschini, votando quindi come la maggior parte degli appartenenti ai movimenti ecclesiali laicali cattolici e alla maggior parte dello stesso Episcopato italiano. Scrivo questo per escludere ogni significato politico dal mio dire.
Il premier e la Chiesaultima modifica: 2009-08-10T10:44:44+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento