I cattolici e la morale. Cosa insegna questo caso

Lucio Brunelli

La penosa vicenda degli attacchi de il Giornale al direttore di Avvenire induce numerose riflessioni, ad intra e ad extra della Chiesa. Tralasciamo quelli più generali, pur gravi ma già evidenti a tutti: l’imbarbarimento della informazione e della lotta politica nel nostro Paese. Proviamo a capire, invece, cosa abbia da dire, ed eventualmente da insegnare, agli stessi cattolici, quanto è avvenuto e sta ancora avvenendo.
Pochissimi, nei sacri palazzi, credono che Berlusconi fosse completamente all’oscuro dell’iniziativa di Feltri. E comunque è stato il premier a volerlo, pochi giorni fa, alla direzione del quotidiano. Al di là dei singoli e parzialissimi dettagli le «rivelazioni» del Giornale assomigliano molto ad un avvertimento. Un atto di intimidazione. Non diretto alla persona di Boffo ma alla Chiesa, o a quegli ambienti di Chiesa che si sono permessi di muovere critiche ai comportamenti del premier e ad alcune scelte del governo, ad esempio sull’immigrazione.
È come se si fosse svelato all’improvviso l’altro volto del berlusconismo: accanto a quello bonario, simpatico e ammiccante, anche quello aspro e vendicativo.

I cattolici e la morale. Cosa insegna questo casoultima modifica: 2009-08-30T17:20:54+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “I cattolici e la morale. Cosa insegna questo caso

  1. A me personalmente questa vicenda non mi ha affatto sorpreso, perchè ho imparato dalla storia, quella vera, autentica, che a tutto c’è un principio e a tutto una “fine”. Infatti, ciò che nasce cresce. Ciò che cresce invecchia. Ciò che invecchia muore. Solo l’anima resta immortale e presiede ai destini eterni. Quindi deduco che siamo nella fase discendente del “berlusconismo”.
    Buon lavoro!
    Giulio da Napoli

Lascia un commento