Il marziano e il minimizzatore. Un dialogo sul pianeta Italia

di Beppe Severgnini, Corriere della Sera, 24.1.11

Visti da lontano 

Sceso sul Pianeta Italia, un Marziano incontra un Minimizzatore. Ce ne sono di due tipi, gli avevano spiegato nel corso di preparazione Strip (Stranezze terrestri reperibili in Italia particolarmente): i minimizzatori volontari e i minimizzatori forzati. I primi sono più interessanti. Non difendono vita e opere recenti del Presidente B. per dovere di partito o obbligo aziendale. A muoverli è altro. Il marziano affascinato, vuole sapere cos’è.

Minimizzatore: Guardi, non è successo niente.

Marziano: Dove, scusi?

Min: Ad Arcore, a Palazzo Grazioli, a Villa Certosa, a Palazzo Chigi. Niente.

Mar: Per questo l’Italia pare bloccata da anni, mentre il mondo va avanti?

Min: Non faccia il marziano comunista. Intendo dire: non è successo niente di improprio.

Mar: Scusi, li ha letti i racconti delle ragazze? Siamo arrossiti anche sul pianeta rosso.

Min: Quelle intercettazioni sono un abuso!

Mar: Mettiamo anche. Ma adesso lei, quelle cose, le sa.

Min: È come se non le sapessi. Non posso accettare che la privacy venga violata in questo modo.

Mar: Guardi che un’indagine della magistratura non è una violazione della privacy.

Min: Allora è una trappola, un agguato, un complotto, una persecuzione, un golpe.

Mar: Quindi il Presidente B. non ha colpe?

Min: Non è un santo, d’accordo. Colpe? L’imprudenza: doveva stare più attento.

Mar: Ma in questo modo lei non solo giustifica i baccanali, ma invita a nasconderli.

Min: Baccanali, baccanali… Sono feste. In casa propria uno fa quello che vuole, no?

Mar: A me sembrano cose da basso impero.

Min: Che colpe ne ha lui se non è alto? Comunque: lavora molto e deve rilassarsi, lo ha spiegato.

Mar: Rilassarsi? Pensavo che voi terrestri, a quell’età, prendeste le tisane.

Min: Sa una cosa? Lei è fondamentalmente un fondamentalista. Ha visto come i colonnelli del Pdl lo hanno appoggiato? Con che passione, vigore, lealtà? E il ministro Maroni? Guardi, ho qui l’sms di Tim Spot: «Basta tette e culi. Ora i problemi del Paese».

Mar: Be’, era ora che qualcuno glielo dicesse, al Capo.

Min: Vede? Come si può ragionare? Lo capisce che senza Berlusconi è il caos?

Mar: Be’, anche adesso non si scherza.

Min: Basta, con lei non parlo più.

Mar: Che mestiere fa, signor Minimizzatore? Dove vive? È cattolico?

Min: Sono un libero professionista. Lombardo. Cattolico. E conservatore.

Mar: Mi faccia capire: un professionista lombardo, cattolico e conservatore, difende quello stile di vita? Ma se fino all’altro ieri, appena sentivate parlare di sesso extraconiugale, gridavate come ossessi! Si sentivano le urla nell’iperspazio.

Min: Le donne del proprio corpo fanno ciò che credono. E gli uomini si sa: tutti cacciatori. Segretamente, molti italiani vorrebbero essere come il Presidente B. Ecco cosa sono i suoi accusatori: invidiosi.

Mar: Ma B. ha sempre detto di essere per i valori della famiglia. Perfino su Marte abbiamo sentito parlare del Family Day. Non capivamo perché, per difendere la famiglia italiana, parlaste in inglese. Sapevamo però che il Popolo della Libertà era alla testa del movimento.

Mar: La coerenza non è l’unico metro di giudizio. Guardiamo le dichiarazioni, invece. Bisogna credere alle persone: presunzione di innocenza, il marchio del vero liberale. Ha sentito ieri Emilio Fede? «Alle cene mai visto niente di trasgressivo».

Mar: Pure bendati?

Min: Vede che lei è un marziano comunista? Comunista e malizioso. Le ragazze venivano aiutate perché il Presidente è generoso.

Mar: Ce ne fosse una brutta, però.

Min: Le andrà a prendere su Venere. Ah ah. Piaciuta la battuta, caro extraterrestre?

Mar: Mi perdoni: alcune erano giovanissime. Una addirittura minorenne.

Min: Chi, Ruby? Ma l’ha vista? Le sembra una bambina? Sa cosa dicono in Brasile? Quando c’è il peso…

Mar: Cosa sta dicendo? Ma che esempio date ai ragazzi? A lei piacerebbe che sua figlia frequentasse persone quattro volte più anziane di lei, e ricevesse in cambio dei soldi?

Min: Cosa c’entra mia figlia? Comunque anche lei frequenta persone anziane e la pagano. È architetto.

Mar: Immagino mostri i progetti e non le mutande.

Min: Lei non è un marziano, è un marxiano. Voi rossi pensate che le donne in gamba debbano essere brutte. Invece possono essere belle, sexy e intelligenti. Guardate le donne al governo! Credete siano lì solo perché sono avvenenti? Ha sentito come hanno difeso il loro Presidente? Ognuna nel suo avamposto televisivo, a lottare contro gli infedeli!

Mar: Un’ultima cosa, signor Minimizzatore. Voi di destra avete sempre professato obbedienza e rispetto per la Chiesa, e adesso difendete il bunga bunga. A quelli di sinistra è sempre importato poco di preti e vescovi, e adesso sono lì che aspettano frementi l’opinione del Consiglio episcopale. Certo che siete strani, in Italia.

Min: L’ha capito adesso?

Il marziano e il minimizzatore. Un dialogo sul pianeta Italiaultima modifica: 2011-01-25T15:09:44+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento