“Le attese dell’uomo d’oggi” di p. Felice Scalia sJ

“Le attese dell’uomo d’oggi” 
di p. Felice Scalia sJ
 Gesuita, teologo dell’Istituto Ignatianum  di Messina

Incontro tenuto il 24 gennaio 2011  e  promosso dalla Scuola di Formazione per la vita Cristiana “Scegliere Dio per amico” – Vicariato di Barcellona P.G. (ME)

“… il mondo di oggi é in attesa? Nonostante tutto, il mondo anche oggi é in attesa di salvezza … c’è un malessere planetario… c’é un senso di insicurezza diffusa di incertezza.. un grido di moltitudine ferite nel corpo e nell’anima… Cosa é salvezza? Possiamo dire che  l’uomo é concretamente salvo… se trova una risposta ai suoi molteplici bisogni e alle sue domande esistenziali di fondo (che senso ha la mia vita? dove è il bene? dove il male?)… l’uomo vive di pane, non dobbiamo mai dimenticarlo anche quando siamo in chiesa, e lo attende questo pane, pensate al passo del Vangelo Mt 4.4 e noterete come Gesù era  a questa esigenza di pane, pane significa cibo, ma pane significa anche vestito, casa, sicurezza, denaro; però l’uomo non vive solo di pane, vive di lavoro, di affetti, di amore, di amicizia, di dignità.. di Parola che esce dalla bocca di Dio… vive del senso che dà alla sua vita… se questo pane si cade nella disperazione e di conseguenza nell’angoscia… e la vita diventa senza senso… quanta depressione… diventiamo disumani… “

 

“Le attese dell’uomo d’oggi” di p. Felice Scalia sJultima modifica: 2011-02-05T09:38:28+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento