Cattolici in pagina: le formazioni

di Guido Mocellin | 24 luglio 2011 http://www.vinonuovo.it/index.php?l=it&art=506
In una settimana di abbondanza di articoli legati almeno in qualche modo all’informazione religiosa un nuovo esperimento: l’elenco di chi è finito in pagina sui nostri giornali

 La tragedia che ha fatto irruzione nella crisi finanziaria del polo universitario ospedaliero San Raffaele, con il suicidio di Mario Cal, uno dei suoi massimi dirigenti, ha spinto nuovamente oltre quota 200 (225, per la precisione) la quantità dei titoli di argomento religioso presenti sui quotidiani italiani nella settimana appena conclusasi: dall’inizio dell’anno era successo solo parlando di cristianofobia, di Rubygate e della beatificazione di Giovanni Paolo II.

Ed era successo solo per gli stessi temi che i titoli fossero oltre i cento: come quelli sul San Raffaele, che infatti sono stavolta ben 133, più della metà del totale. A seguire, «tiene» il dibattito sulla «Cosa bianca» (l’ipotesi di riaggregazione politica dei cattolici), con 21 titoli, e la denuncia della pedofilia tra il clero, con un nuovo rapporto pubblicato in Irlanda che questa volta genera una crisi tra Santa Sede e governo (9 titoli).

Non mancherebbero neppure singoli interventi meritevoli di «ripescaggio» dal dimenticatoio del dibattito quotidiano, come l’analisi di Libero (22 luglio) sul (relativo) successo di ascolti della trasmissione domenicale della messa su Retequattro, dove l’autrice F. D’Angelo sottolinea che il 14,7% di share è giunto «senza nemmeno l’aiutino di una ragazza generosamente balconata», o la scoperta che M. Belpoliti fa sulla Stampa (18 luglio) dell’oratorio come risorsa estiva di affidamenti dei figli di genitori lavoratori, invocandone una versione statale presso le strutture scolastiche altrimenti inutilizzate.

Ma questa settimana ho pensato di proporre a Vino Nuovo una diversa retata, e cioè mettere insieme, suddivisi tra gerarchia, preti e religiosi e semplice popolo di Dio, i cristiani che questa settimana hanno fatto notizia. Eccoli, in ordine alfabetico:

Gerarchia: Benedetto XVI, romano pontefice (varie); C.J. Chaput, vescovo statunitense (promosso da Denver a Filadelfia); J. Magee, vescovo irlandese (copertura violenze sessuali preti); C. Mazzolari, vescovo sudanese (morto all’indomani dell’indipendenza del suo paese); J.F. Rigali, vescovo statunitense (copertura violenze sessuali preti); A. Scola, arcivescovo eletto di Milano (ultimo intervento pubblico a Venezia); Vescovi cinesi (ordinati o costretti a ordinare illecitamente); R. Williamson, vescovo tradizionalista (condannato per negazionismo).

Clero e religiosi: L. Ciotti, presbitero (convegno associazione Libera); Esorcisti (raduno a Czestochowa); A. Gallo, presbitero (compie 83 anni); P. Gambardella, parroco a Pomigliano d’Arco (con gli operai contro la FIAT); L. Milani, presbitero (un volume su di lui); Pio da Pietrelcina, frate cappuccino (non piace la sua nuova tomba); L. Sturzo, presbitero e uomo politico (era contro le raccomandazioni); L. Verzè, presbitero (fondatore San Raffaele, vedi sopra).

Popolo di Dio: C. Bo, intellettuale (riletture); M. Cal, manager (suicida a causa della crisi del San Raffaele, vedi sopra); A. Del Noce, intellettuale (riletture); Genitori bambine siamesi nate a Bologna (etica e fede nelle loro scelte); Leader associazioni e movimenti cattolici (Manifesto per la buona politica e il bene comune); R. Livatino, magistrato ucciso (avviato processo diocesano di beatificazione); C. Magris, intellettuale (libro-intervista); L. Walesa, uomo politico (autore libro autobiografico).

Sono, del tutto casualmente, otto persone o categorie di persone per ciascun gruppo. Lascio a chi legge il divertimento, o l’amarezza, di trarre da questi elenchi una qualche lezione, se c’è…

Cattolici in pagina: le formazioniultima modifica: 2011-07-24T16:33:00+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento