Chiesa e fisco, la polemica continua

http://vaticaninsider.lastampa.it/homepage/news/dettaglio-articolo/articolo/chiesa-fisco-7575/ 28.8.11

“Avvenire” stigmatizza la posizione di don Paolo Farinella, prete genovese. Mentre il leader del Pdl Alfano scrive al quotidiano per difendere la chiesa dagli “attacchi” laicisti

Prosegue la polemica innescata dall’intervento del segretario dei Radicali Italiani Staderini che a metà agosto, in piena crisi economico finanziaria, aveva invitato la chiesa italiana a dimezzare l`8 per mille o a rinunciare alle esenzioni su Ici e Ires per le attività commerciali, con l’esclusione dell’attività della Caritas.

 «C’è qualcuno che fa sorprendentemente da sponda al gioco al massacro della verità». Così Avvenire commenta oggi – in un corsivo del direttore Marco Tarquinio in risposta alla denuncia di un lettore – la presa di posizione di un sacerdote genovese, don Paolo Farinella, parroco in San Torpete, che, scrive, «non ha resistito alla tentazione di eroe controcorrente per aver rinunciato all’esenzione dall’Ici per le case della sua parrocchia date in affitto a privati».

Secondo il quotidiano cattolico invece «don Farinella non è un eroe, ma solo un parroco che fa il proprio dovere esattamente come tutti gli altri parroci nelle sue stesse condizioni. Solo che lui, parlando a sproposito, non ha esitato ad accreditare le falsità scagliate contro la sua e nostra Chiesa». «Don Farinella – riassume Tarquinio – non ha insomma rinunciato spontaneamente a un bel nulla, ha solo rispettato la legge perchè le case di proprietà ecclesiale date in affitto pagano regolarmente Ici e tasse in tutta Genova e in tutta Italia, non solo nella parrocchia di San Torpete».

«Gli altri sacerdoti – conclude il corsivo – senza mettersi mediatiche medaglie di latta, pagano come tutti gli italiani onesti. E come ogni italiano onesto chiedono più giustizia fiscale. Per tutti, a cominciare dalle famiglie alle quali, nel loro apostolato, i parroci sono vicini come quasi nessun politico sa essere»

Con una lettera al direttore, il segretario del Pdl, Angelino Alfano, è intervenuto sul giornale dei vescovi italiani sulla polemica riguardante i presunti privilegi fiscali della Chiesa «Non esito a dichiararmi in sintonia pratica, non teorica, con le posizioni espresse dal direttore Tarquinio- scrive Alfano, – sul solco di quanto affermato di recente dal cardinale Bagnasco, presidente della Cei, sulla difesa della famiglia e per la lotta all’evasione fiscale». Alfano prosegue affermando che «al clamoroso successo della Giornata mondiale della Gioventù a Madrid, che ha  sancito la fine del sogno laicista di Zapatero, si doveva trovare una contromossa».

Per il segretario del Pdl, «l’attacco alla Chiesa passa dalla calunnia a proposito delle sue presunte ricchezze. Esse sono ricchezze dei poveri….tentare di penalizzare la chiesa significa fare del male alla nostra gente e, soprattutto, alla gente più indifesa».

Vedi anche: http://vaticaninsider.lastampa.it/homepage/news/dettaglio-articolo/articolo/chiesa-fisco-cei-bagnasco-staderini-7576/

Chiesa e fisco, la polemica continuaultima modifica: 2011-08-28T17:11:00+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento